E LIBERACI DAGLI STRONZI, AMEN

Il tempo che lenisce le ferite, l’autunno che cambia i colori del paesaggio, le cose nuove che cominciano, le cose vecchie che si trascinano, sempre uguali, perché non è vero che basta volerlo. Non sempre. Le amiche. Le giacche pesanti. Le cose che non capisco, che sono molte, le certezze spacciate come parabole, la mancanza.
L’assenza che tira come un cane chiuso in casa per tutto il giorno, che tira verso l’esterno mentre tu vuoi solo camminare piano. I ricordi.
Le cose da fare, ma senza metterci troppo tempo, che quello non sta li ad aspettare che ti decidi. I sorrisi. Gli appuntamenti. Le mani grandi e gli occhi azzurri e il sentirsi come se. Se bastasse un’occhiata per poter vedere quel che val la pena. Come per i cani, che gli basta un’annusata al culo e sanno tutto quello che devono sapere.

Buona fortuna, nel caso ti servisse.

Annunci

87 Pensieri su &Idquo;E LIBERACI DAGLI STRONZI, AMEN

  1. Per liberarsi dagli stronzi è richiesto l’eremitaggio. Alternativa suggestiva ma con largo spazio al tedio.
    Richiedere l’intervento divino potrebbe portare a soluzioni catastrofiche, tipo invasione delle locuste. Da valutare.
    La mia arma è il sarcasmo, lo avrai capito.
    Ma sono sempre disponibile a condividere la famosa grolla, basta che sia alcolica 😉

    • L’eremitaggio proprio no, non è nelle mie corde.
      In caso di solitudine estrema, mi attacco pure alle vecchiette in coda dal medico per fare due chiacchiere.
      Nei giorni no, invece, apprezzerei moltissimo una bella invasione di locuste come si deve. Un bel diluvio, una sterminata invasione di cavallette. Cose così.
      Oggi è il giorno no, e cavallette neanche l’ombra.
      Maxima et profondissima depressione!

  2. Ma io questa prece me la stampo e me la tengo in borsa. Pronta per essere sciorinata all’uso.
    Ultimamente sopporto meno anch’io, a cominciare dagli stronzi che intasano vite, spazi e tubi.
    Io comincio ad affinare la vista … l’altra opzione è alla fine della lista, mettermi pure in ginocchio mi parrebbe troppo! 😉
    un abbraccione
    Affy

  3. i peggiori in assoluto sono gli “stronzi-salmone”, tu cerchi di differenziarli nel cesso ma loro… zac… con un guizzo saltano fuori e ricominciano a scassare la minchia, come fosse una missione.

    questo post non credo nasca dal nulla, hai fatto pulizia sul cell o in qualche casella mail??? ti sei imbattuta in qualche flashback???

    TADS

    • Beh, gli stronzi salmone sono una brutta razza davvero! Ma con una botta in testa, decisa e data con mano ferma e oggetto particolarmente contundente, si placano pure loro, infide, guizzanti bestioline.

      Posso capire che tu ti sia fatto delle idee sulla nascita di questo post, ma ti posso dire che:
      A il cel, per me, è una semplice agendina con qualche numero di telefono di persone importanti e non, ma con le quali voglio o devo aver a che fare ogni giorno.
      B (e qui, per i miei personalissimi standard, mi sto sbracando) questo post in particolare, pur essendo per certi versi importante, è solo una sorta di tappo che doveva essere tolto, e che ha fatto spazio ad altro, ben più urgente e pressante. Come a dire che non conta un bel niente, perché non dice un bel niente.

  4. Da dove cominciare? Sarà l’autunno , mah. Non ho neanche voglia di andare a correre. Scazzata così non ricordo da quanto. Ma qualcuno con cui farsi quattro sane risate e bere fino a sconquassarsi e sopratutto liberi da coinvolgimenti successivi non esiste ?

  5. Non concordo con quello che dici. Basta volerlo. Sempre. E’ solo questione di tempo e di volontà. D’altra parte, se anche così non fosse bisognerebbe convincersene che si, basta volerlo. Per avere la forza di lottare, sempre. Se quella forza non c’è, vuol dire che non si tiene abbastanza a quella cosa.
    L’alternativa qual’è? Pensare che non basta lottare, dunque non ce la faremo… e rinunciare. Troppo comodo. Bisogna tirar fuori le palle e lottare. Il resto sò scuse. Io la penso così. Fine commento serio.
    E per quanto riguarda i cani… grazie. Ho capito perchè la mia canA aggredisce tutti gli animali che incontra. Si vede che un’annusata non le basta, e vorrebbe dare anche un assaggino.

  6. Commento #2
    E fossero solo gli stronzi, ma aggiungi pure gli “scassaminchia”, gli idioti, i cretini assortiti che a ogni piè sospinto rischiano di diventare difficili da scrollare di dosso come una merda molle sotto una suola vibram.
    Personalmente subisco sempre più il fascino attrattivo del film “un giorno di ordinaria follia” e mi viene un forte desiderio emulativo.

  7. I cambi di stagione hanno sempre disturbato le persone: tornano a galla le ernie iatali, le depressioni, le malinconie, la biancheria fuori in cortile che si bagna invece di asciugarsi. L’umidità che penetra nei muri, te la ritrovi nei capelli e nelle lenzuola,ma noi orami lo sappiamo che è così porcavacca! E allora qual’è i lrimedio per pulirse l’anima, sentirsi molto più leggeri e sani di mente e corpo?? Fate decluttering, prendete i sacchi dell’immondizia, armatevi di cassette e scatoloni, stracci pr polvere, scopa e spazzolone ed iniziate a liberate la vostra casa da orpelli inutili, cartacce, vecchie foto che servono solo a faric incazzare o piangere, ce ne fosse una che ci fa sorridere! Partite da una stanza, quella più incasinata e cercate di ribaltarla come si fa con un calzino. E dopo vi verrà voglia di pulire e liberare un’altra stanza. Io ho cominciato con quella di mia figlia e dopo per una settimana sono stata benissimo! Buona domenica a tutti! A proposito io mi chiamo Fabiana Schianchi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...