SERATONA

Nell’ordine: ho fatto passeggiare il famiglio, così fino a domattina è a posto; ho steso i panni; ho mangiato una fettona di pizza avanzata e riscaldata al microonde; ho bevuto un bicchierozzo di cocacola e ho fatto un bel ruttone per digerire; ho nutrito l’animale dopo essermi nutrita me medesima perché lo dicono tutti i libri sui cani che ho letto online: la bestiola mangerà solo dopo il padrone perché così capisce meglio chi è che comanda, ed è altresì importante che il suddetto animale domestico vi guardi mentre vi nutrite senza ottenere bocconcini così da stabilire meglio la linea gerarchica.
Ho fumato una sigaretta sul terrazzo; ho cercato cosa guardare in tv ma sono incappata in “mia madre” di Nanni Moretti e mi ha preso male, così sono nuovamente andata sul terrazzo a introdurre nicotina nel mio organismo e ho deciso di ripiegare sulla lettura. Ma non mi concentro, ho ancora adrenalina in corpo manco mi fossi calata mdma, così ri-esco e ri-fumo e ri-entro e mi metto a scribacchiare. Produco in inchiostro virtuale le seguenti cose: una infinta serie di messaggi uozzap a un amica che avrebbe anche i suoi problemi ma che ascolta i miei sproloqui perché dotata di grande pazienza; svariate bozze su aipad che non sfociano in niente di concreto, compresa questa che state leggendo; un paio di commenti a post su faccialibro che non sortiscono l’effetto wow che credevo; una lista della spesa che metto nel portafogli per domani.
Ora dimmi, single, ho bisogno della tua esperienza per capire se la mia sensazione di perenne spaesamento e solitudine è cosa normale o debbo cominciare a preoccuparmi. Condividiamo le esperienze e stabiliamo una volta per tutte un metro, una linea guida, fissiamo una serie di paletti che delimitino questa zona grigia non meglio definita che è la singletudine, che codifichino in un linguaggio universale cosa significhi essere single la notte di halloween o un giovedì a caso o una qualunque sera dell’anno in cui essere single è un peso. Che poi, se ci penso bene, e dimmi se non è vero, quelle sere non sono poi così tante. Solo che stasera si, stasera mi pesa. Allora, forse, questo mio mettere in lista le cose che ho fatto nelle ultime ore è solo un modo per non mettermi a pensare troppo e divagare. Dimmi, single, anche tu divaghi come faccio io? Sarà questo il Grande Dilemma: noi si divaga troppo?

 

Annunci

11 Pensieri su &Idquo;SERATONA

  1. Ciao tesorina, che enorme piacere ritrovarti in queste righe che divoro. Cerco di carpire tra le righe se nel frattempo qualcosa sia cambiato oppure, come immagino, tutto si rimasto maledettamente uguale. Che poi uguale non è malaccio, dai.
    Ti abbraccio forte
    Mariagrazia

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...