BLOG, IL FLUIDO CHE UCCIDE

Dev’esserci qualcosa d’intelligibile nel mio perpetuo blaterare, che si posa come un semino nella terra e rende frutti. Frutti immaginari come elucubrazioni, fantasticherie, perifrasi, ma anche minchiate belle e buone.
È ciò che rende vivo questo mio diario, l’ossigeno che lo alimenta, il fluido che sostiene il blog.
Il mio cervello.
Un giorno donerò alla scienza l’apparato che governa il mio discernimento affinché le future generazioni possano sviscerarne i segreti, carpirne le circonvoluzioni, addentrarsi nei meandri di questo sofisticato e imperfetto marchingegno che staziona all’interno del mio cranio.
Magari qualcuno ci capisce qualcosa.
E comunque ho appena scoperto che la parola circonvoluzione si usa per definire le anse intestinali, e la cosa un po’ mi turba.

Annunci

Un pensiero su &Idquo;BLOG, IL FLUIDO CHE UCCIDE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...