NELLA TANA PER L’INVERNO

Aspettare la neve e’ un po’ come aspettare che torni il buio, che torni la quiete, l’assenza di rumori. La neve amplifica la sensazione ovattata che ti lascia la solitudine, la estende al di fuori degli abituali confini quotidiani. Quindi l’aspetto, per farmi avvolgere da questa sensazione estesa di tranquillità. Spero che venga di notte, a nascondere la febbre dei sogni che non ricordo mai, a coprire d’innocenza i pensieri che s’ingarbugliano sotto le coperte. Aspettare la neve per nasconderci sotto le cose che non vuoi più vedere, le foto solo immaginate, le lettere sbiadite, i vestiti démodé. Io sto ferma immobile, aspetto la neve.