INVECE DI

Qual’e l’esatto numero di sogni infranti e di disillusioni che devo in qualche modo ancora digerire prima di arrivare a fare del cinismo un manto che quasi con orgoglio molti si portano addosso.
Quanti anni devono ancora passare di vita vissuta tra quattro mura non condivise prima che anche io possa piegarmi di fronte all’evidenza dell’inutilità della ricerca di un senso.
Quanti ~che peccato~ devo ancora sentire prima che inizino a scivolarmi addosso come i vestiti che mi tolgo la sera, prima di coricarmi.
Quante saranno le domande personali dovrò ancora ascoltare prima di non aver più voglia di cercare neppure una risposta di cortesia che in qualche modo farà passare quell’ennesimo momento sospeso tra l’imbarazzo e la pena.
A quanti inviti dovrò ancora rispondere in modo più o meno gentile negandomi, prima di non aver nemmeno più voglia di prendere in mano il cellulare per rispondere.
Quante persone ancora mi dichiareranno amicizia che non è all’altezza nemmeno delle parole che pronunciano con tanta convinzione. Quante bugie svelate mi serviranno ancora prima di smettere di credere anche nella possibilità che ci si possa voler bene senza avere nulla in cambio, nella possibilità che l’affetto provato non sia una merce di scambio per ottenere qualcos’altro.
Quante storie devo leggere ancora prima di potermi finalmente negare l’accesso a tutta questa fantasia che mi tiene inchiodata qui, alle parole di altri, e che mi spinge dolorosamente a scriverne di mie, nell’illusione di poter trovare ragioni ed esseri umani che comprendono quello che voglio dire.
Quante persone ancora mi negheranno la possibilità di un dialogo, quante persone ancora mi vorranno solo come gravatar nella loro lista di “blog che seguo”.
Quanto di me devo ancora lasciare qui dentro prima di non aver più voglia di farlo, o necessità, per quanto ancora devo tradurmi in vetrocolato prima di poter chiudere questa pagina e ricominciare a vivere nel solo modo possibile che esiste.

Io sono un post.
Io sono vetrocolato.
Io sono un commento.
Io sono un like.
Io sono nascosta qui dietro.

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Invece di uscire, tengo le finestre spalancate.
Invece di cercare un bacio, m’invento dichiarazioni d’amore.
Invece di camminare, livello personaggi in mondi smisurati.
Invece di parlare, scrivo.
Invece di piangere, rido.
Invece di alzarmi, mi siedo.
Invece di scriverti, spreco inchiostro inutilmente.
Invece di

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...