EDMOND DANTES

Io amo il Conte di Montecristo. Io amo Edmond Dantes.

Edmond e’ un povero cristo con una promessa di futuro nelle mani più che discreta eppure banalmente semplice. Diventera’ capitano della nave del suo armatore, Morrel, e sposera’ la donna che ama, Mercedes.

Edmond di tutto ciò e’ certo come sa che il cielo e’ azzurro di giorno e scuro la notte.

Ma non è così che andrà. 

La trama di questo libro e’ nota a tutti, e chi per caso non l’avesse ancora letto corra subito ai ripari, perché il Conte di Montecristo non è libro che si possa non aver letto.

La storia di Edmond e’ sempre la prima della lista dei libri di cui non posso fare a meno.

Quando amo così tanto un libro, un personaggio, lo leggo e lo rileggo senza mai stufarmi, trovo sempre qualcosa, in ogni rilettura, che mi era sfuggita precedentemente, o che non avevo colto in pieno.

Il Conte vive tutta la sua vita nel romanzo, e ci lascia con poche parole, sentite quasi fossero un testamento. Poche parole che molte volte mi hanno fatta sentire bene e molte altre mi hanno fatta incazzare come non mai.

Aspettare e sperare.

Dice lui.

Lui che ha capito tutto e ha trovato pure l’amore.

Lui che ha capito che i soldi non contano un bel niente, però tirano su.

Lui che ha passato una gran parte della sua vita covando rancori e meditando vendette terribili per i suoi torturatori, avidi, invidiosi amici.

Ad un certo punto, come una folgorazione, eppure in modo così semplice, Edmond comprende di essere amato e di amare a sua volta, ed il resto diventa insignificante. 

Pero’ ha vissuto, ha trovato le sue risposte, ha dato le sue, di risposte, a chi doveva darle, ha lasciato graffi e amore dappertutto.

Alla fine del romanzo, lui se ne va sulla sua barca con Haydee. Felice, amato e innamorato e dice a noi altri di aspettare e sperare. Di vivere, che ne vale sempre la pena, di non perdersi mai.

Conte, Edmond, dammi le coordinate, ti raggiungo con la zattera.

E’ contemplabile nella tua filosofia di vita il tradire Haydee? 

Di lei, certo, non potrei mai essere gelosa.