IL GRILLO PARLANTE

Stadicà dice che si è rotta lepà e oggi parla solo per aforismi e frasi fatte, così io la censuro e vaffancù.
Nei giorni scorsi è venuto a trovarmi il Grillo Parlante. Dice che mi ha perdonata, perché l’ultima volta che è venuto l’ho aspirato via con la Colombina duemilavatt, ma forse ho omesso di dirvelo. È venuto e mi ha detto che mi devo comprare il tapirulàn, piazzarlo in mezzo alla stanza e se voglio continuare a vedere le mie serie tv preferite lo posso fare solo se mi ammazzo di corsa davanti alla televisione.
Era calmo e tranquillo, come al solito, e io ero fredda e distaccata, come al solito, e la Colombina è rotta, e forse è questo che ha influito sulla sua placidità, sta di fatto che non avevo mezzi per zittirlo e lui ha imparato la lezione ed è stato breve.
Tapirulàn, di corsa, serie tv, e ancora corsa. Diciamo per tutto il tempo libero che ho da qui fino al mio prossimo compleanno. A luglio.
È stato abbastanza chiaro.
Poi si è dileguato, ha capito come si fa.
Io ciò fatto un pensierino, ce ne sono tanti su ibei, magari me lo compro. Se non altro potrei essere più in forma per poterlo scorrattare la prossima volta che viene a rompere lepà.
Magari guardo anche una Colombina nuova.
Bah, finché c’è connessione c’è speranza.

Annunci