M’ARENDO

Conosco la causa dei recenti sconvolgimenti climatici, del caldo primaverile di questi giorni, delle piogge interminabili di qualche settimana fa.
Le coppie scoppiano, l’immaginazione prevale sulla realtà e il telefonino non mi è più caduto. I segni ci sono tutti.
Apocalips è tra noi, nel senso che Apocalips è un amico mio che fa più figo chiamarlo Apocalips che non menagramo o cose così. Lui dice che tutti si morirà e che non bisogna affannarsi disperarsi lamentarsi crogiolarsi ma solamente masturbarsi.
E bisogna ammettere che tutti i torti non li ha.
Fare i conti, evridei, con quello che non si ha non è per niente salutare. Rivangare rimestare setacciare tutta la storia passata e riscorrerla riscriverla rileggerla ogni volta con occhi nuovi non cambierà di una virgola ciò che è stato.
Allora Apocalips non ha tutti i torti per davvero, meglio masturbarsi.
Io, m’arendo.